Archivio 2014

Il paziente con stipsi vive un forte disagio. Si sente frequentemente incompreso, scoraggiato dai numerosi insuccessi, in difficoltà sul piano personale e sociale. La condizione di tensione emotiva è causa primaria della difficoltà nell’esprimere, con completezza e sincerità, aspettative, dubbi, obiettivi. La proposta terapeutica dovrà essere basata sulla medicina delle evidenze (EBM) ed in grado di intercettare la soggettiva “agenda di patologia”, diversa da persona a persona, con priorità spesso in contrasto con la vision del medico e le sue priorità. Le articolate abilità di ascolto applicate professionalmente sul tema della stipsi cronica si rivelano allora strumento essenziale per cogliere le domande importanti “per il paziente” e permettono risposte efficaci perchè arricchiscono con competenze relazionali (Counselling PFCC) le conoscenze specialistiche del Gastroenterologo.

Questo corso accresce le abilità del medico sugli essenziali items di comunicazione efficace, empatia, valorizzazione delle risorse del paziente.  Permette altresì di integrare le più aggiornate conoscenze scientifiche sul tema della stipsi cronica (sapere) con concrete metodologie di applicazione alla pratica clinica quotidiana (saper fare), rispettando e valorizzando l’individualità di ciascun Specialista Gastroenterologo (saper essere). 

 

 

Le sedi dei nostri corsi

 

 

La malattia, qualunque essa sia, determina un cambiamento sostanziale nella vita dell’individuo. Se essa è poi una condizione cronica, come nel caso dell’asma, sarà fondamentale che il paziente impari ad “integrare” gli stili di vita e l’assunzione dei farmaci richiesti dalla patologia con le personali priorità di vita. Il corretto uso dei device, la capacità di cogliere tempestivamente i sintomi prodromici delle riacutizzazioni, l’attento follow-up e l’adeguamento terapeutico al variare delle condizioni, diventano fattori decisivi nel condizionare  la prognosi e il costo sociale della patologia. Perché si realizzi “integrazione” il paziente deve avere ricevuto non solo informazioni comprensibili ma deve essere divenuto il protagonista della propria salute, con lo Specialista Pneumologo alleato e riferimento di scelte consapevoli, che egli realizza in libertà e coscienza.

• Lo Pneumolgo è pertanto chiamato ad una duplice azione: fare corretta diagnosi/ essere capace di comunicare efficacemente con il paziente, coinvolgendolo attivamente nelle proposte terapeutiche e di prevenzione.

• Fondamentali diventano quindi le competenze di counselling, per passare da uno stile spontaneistico, ad un atteggiamento coerente e professionale di gestione delle molteplici complessità e criticità comunicative, in linea con quanto raccomandato dalle Società Scientifiche e dal moderno approccio Patient and Family Centered (PFCC).

 

 

Le sedi dei nostri corsi

 

L’asma bronchiale ed in generale le patologie respiratorie rappresentano unaa delle cause più frequenti di malattia e, secondo le proiezioni dell’OMS, sono destinate ad aumentare nei prossimi anni; solo la prevalenza dell’asma è circa raddoppiata negli ultimi 20 anni.Tali dati epidemiologici e le relative proiezioni future impongono una necessaria sensibilizzazione della comunità Pneumologica all’adeguatezza gestionale del paziente con asma e con  patologie respiratorie in senso più ampio. Inoltre è importante condividere le novità in tema di strategie di co-municazione e counselling finalizzate ad accrescere l’efficacia nella trasmis-sione delle conoscenze e rinforzare l’alleanza terapeutica medico-paziente.Il progetto formativo vuole rispondere a queste due finalità, proponendo un programma innovativo capace di coniugare l’elevato approfondimento scientifico sul ruolo delle piccole vie aeree nella patologia asmatica ad un “approccio Patient and Family Centered Care” (PFCC). Il PFCC  valorizza la centralità del paziente, inserito nel suo contesto di appartenenza e punta ad accrescere le abilità del medico nel costruire una più efficace relazione interpersonale per arrivare alla migliore gestione della patologia. Durante le fasi del progetto si alternano momenti teorici a esercitazioni pratiche (quali role play, lavori di gruppo, ecc..), con sessioni di approfondi-mento specifico che forniscono al medico essenziali abilità di counselling applicato, facendole scoprire quali fondamentali e preziosi strumenti del suo difficile mestiere.

 

 

Le sedi dei nostri corsi

 

Il progetto DUAL.IT, di cui questa giornata è parte, propone articolati momenti formativi sulle tematiche del counselling in Pneumologia e dell’asma in particolare. Il programma di oggi appare come una rara occasione di ap-prendimento. Vi sarà un dinamico aggiornamento sull’asma e l’applicazione delle più avanzate conoscenze che la letteratura propone. Inoltre ci  si confronterà su “modalità funzionali” per affrontare le purtroppo non rare “situazioni critiche”, in cui il me-dico prova disagio e deve gestire un contrasto con il paziente per i motivi più svariati (difficoltà di comprensione, ostilità, stan-chezza, pregiudizi, resistenze, ecc...).Si parlerà delle poco note  “abilità assertive e di confronto”, che si dimostrerà possono divenire  armi preziose per superare le difficoltà. Si apprenderà quindi sul “come e perché”, accrescen-do le proprie competenze di counselling, sia consigliabile e tut-to sommato non difficile passare da uno stile “reattivo” ad uno “proattivo”.

 

 

Le sedi dei nostri corsi

 

1 / 2

Please reload

Via Piermarini 12, Benevento

Tel: 0824.23156

Mail: segreteria@imr-net.it

  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon